COME ORGANIZZARE IL BUFFET

COME ORGANIZZARE IL BUFFET

COME ORGANIZZARE IL BUFFET

Il buffet per le aziende di catering e banqueting spesso è una scelta naturale, ristoranti e hotel invece lo usano solo in alcuni casi. Che si tratti di un evento numeroso o un’aperitivo per pochi, il buffet resta comunque uno schema di successo.

Con il buffet cambia la modalità, ma non il contenuto. Il buffet, infatti, è un pasto completo che va studiato considerando antipasti, primi piatti, secondi piatti e dolci. Questo tipo di ricevimento lascia più spazio agli ospiti di scegliere cosa e come mangiare e di condividere l’esperienza con tutti gli altri invitati, non solo con chi è seduto a fianco o di fronte.

Come organizzare il buffet in modo intelligente?

La disposizione delle pietanze in un buffet non va mai lasciata al caso, deve essere un percorso dove è ben chiaro l’inizio e la fine. In base al numero di persone presenti al ricevimento ci saranno uno o più tavoli dedicati agli antipasti, ai primi, ai secondi e alle bevande. In un secondo momento verrà allestito il buffet dei dolci.

È importante concordare con il cliente il tema del menù che può prevedere piatti di terra e mare, solo carne o solo pesce. Durante eventi speciali il tema del menù può essere legato ai prodotti e alle tradizioni di un territorio in particolare.

Vediamo nel dettaglio come organizzare le tavole.

IL BUFFET DI ANTIPASTI

Il buffet di antipasti è la massima espressione del buffet. Stuzzichini, spiedini, finger food, monoporzioni, piccole insalate.. la lista può continuare all’infinito. Le idee non mancano e anche su internet si trovano tantissime ricette davvero gustose e divertenti. Ma come disporre questa grande quantità di antipasti in maniera sensata? Come vedi dall’immagine sono stati divisi in categorie.

tavolo-antipasti-danieli

Si parte con il fantastico mondo del pane e dei prodotti da forno: pizze, focacce, bruschette, grissini, brioches salate, tramezzini e chi più ne ha più ne metta.

Vicino ai panificati non possono mancare salumi e formaggi. Per questa categoria sono da preferire i prodotti locali, a meno che il tema scelto non imponga strade diverse.

salumi-pizza-formaggi

Il cuore della tavola è dedicata ai fritti e al finger food. Il fritto abbraccia qualsiasi ingrediente ed è irresistibile. Verdure fritte, gnocchi fritti, panzerotti ripieni, naggets o alette di pollo, la frittura di pesce. Disponi le verdure e i panificati fritti al centro, vicino alla zona dei salumi posiziona le carni fritte e il pesce sul lato opposto. In questo modo le varie categorie trovano una continuità.

Con il termine finger food si definiscono tutte quelle portate fatte in piccole dimensioni, facili da mangiare in piedi e in un paio di bocconi.  Spesso il finger food è servito con degli ausiliari ad esempio spiedini, stecchini, stuzzicadenti, coni in legno o carta, bicchierini, piccole ciotole, forchettine e cucchiai. 

finger-food

La tavola continua con gli antipasti di pesce quindi crudité, insalate di mare e carpacci serviti su grandi specchi di differenti forme.

Il tour di antipasti si conclude con qualche ricetta vegetariana o vegana e qualche insalata a base di cereali e legumi

antipasti-di-pesce

Le dimensioni della tavola e la quantità di cibo dipendono dal numero di invitati presenti all’evento. Se si tratta di un grande evento considera la possibilità di dedicare un tavolo ad ogni categoria o di dividere le ricette a base di carne da quelle di mare usando tavoli diversi. Usa delle scalette o delle alzatine per dare movimento alla tavola e sviluppare il buffet non solo in orizzontale ma anche in verticale.

LA TAVOLA PER I PRIMI E I SECONDI PIATTI

Per i primi e i secondi piatti si può sfruttare la stessa tavola, visto che verranno serviti in due momenti diversi. Per questa parte dell’evento è consigliato che ci sia il personale di servizio a preparare i piatti per gli ospiti.
Un risotto o una pasta sono veloci da servire e così si evitano odiose code. Se servi lasagne o sformati falli arrivare dalla cucina già tagliati in porzioni. In base al secondo scelto, valuta se è più interessante averlo già a fette o tagliarlo e servirlo al momento.

tavola-primi-secondi-danieli

primi-secondi

DRINK E BEVANDE

Nella location scelta per l’evento che stai organizzando dai il giusto spazio anche a drink e bevande. Il tavolo delle bevande dovrà prevedere aperitivi alcolici e analcolici per gli antipasti e successivamente acqua, bevande analcoliche e una selezione di vini abbinati alle altre portate. Anche qui è consigliato che ci sia il personale di servizio a servire i drink e a raccogliere i vuoti.

buffet-drink-danieli

bevande-buffet

IL BUFFET DEI DOLCI

L’ultima parte dell’evento prende il via con il buffet di frutta e dolci. Dedica una parte della tavola alla frutta servita con spiedini, già affettata o accompagnata con yogurt e creme fresche. L’altra parte arricchiscila con la pasticceria mignon, cup cakes, macarons o monoporzioni disposti su scalette e alzatine. Per il dolce principale allestisci una tavola apposita in un angolo speciale della location, soprattutto se diventa il momento delle foto ricordo. 

buffet-dolci-danieli

buffet-dolci-frutta

Ricapitolando:

  1. concorda con il cliente il tema del menù e lo stile con cui verrà arredata la tavola;
  2. dividi le portate in categorie per organizzare più facilmente le tavole;
  3. disponi le tavole in modo logico e pratico sia per il personale di servizio, sia per gli invitati;
  4. sviluppa il buffet in orizzontale e in verticale con alzatine, tavolini, scalette e gioca con vassoi e specchi in diverse altezze.

Se non vuoi perderti le Guide Danieli, iscriviti alla nostra newsletter!